Elmec 3D introduce BLAST, processo di lucidatura e levigatura chimica per i polimeri termoplastici che migliora anche le capacità meccaniche

Il metodo BLAST, utilizzato da Elmec 3D, è un processo fisico-chimico che può levigare un’ampia varietà di polimeri termoplastici. Permette di ottenere una rugosità superficiale inferiore a 1 μm rendendo le superfici idrorepellenti. Questo processo di chemical polishing porta con sé anche il beneficio di migliorare le proprietà meccaniche, come il carico a rottura. E’ inoltre dotato di certificazione sulla citossicità e skin irritation.

Quale tecnica viene impiegata? Il B processo fisico-chimico che viene utilizzato non e’ abrasivo e può levigare un’ampia varietà di polimeri termoplastici, incluse le cavità fino a 0,3 mm. Una tecnologia chiavi in mano, altamente controllabile, che consente riproducibilità e risultati senza degrado delle proprietà meccaniche.

Quali materiali vengono utilizzati?  Al momento la tecnologia può lavorare PA6 , PA11 , PA12 , Nylon ignifugo , Carbonio , derivati dei caricati vetro di Nylon , Poliuretano termoplastico (TPU) e Elastomero termoplastico (TPE).

La macchina PostPro3D: La macchina PostPro3D è una soluzione automatizzata, chiavi in mano, che può essere integrata nel flusso di lavoro digitale e permette di trattare parti stampate in 3d ottenendo una finitura superficiale simile allo stampaggio a iniezione. Si basa sul processo chimico BLAST ™ di proprietà AMT ed è una tecnologia che consente elevata riproducibilità senza degrado delle proprietà meccaniche. Si tratta inoltre di un processo non abrasivo poiché ridistribuisce il materiale superficiale pertanto non danneggia le delicate strutture delle parti, lavorando superfici interne di fori con un diametro fino a 0,3 mm.

Guarda il nostro video per capirne le applicazioni:

Lascia un commento